Una delle definizioni più utilizzate per la biongegneria è “disciplina che utilizza metodologie e tecnologie proprie dell’ingegneria per affrontare problemi relativi alle scienze della vita”. La bioingegneria è quindi una disciplina fortemente interdisciplinare, che richiede la collaborazione fra tecnologi e professionisti di area biologica e medica. In generale la bioingegneria si propone, dal punto di vista della ricerca, di aumentare le conoscenze relative al funzionamento dei sistemi biologici e dal punto di vista applicativo di progettare e sviluppare strumenti col fine ultimo di migliorare la pratica clinica, il rapporto medico-paziente, e il benessere della popolazione nel suo complesso.

Diversi sono gli ambiti di ricerca della bioingegneria, che nel nostro Dipartimento coprono temi anche molto diversi fra di loro, quali i modelli di sistemi fisiologici, l’analisi di dati, immagini e segnali biomedici, la gestione degli stessi in sistemi informativi, la bioinformatica, la biologia sintetica, l’ingegneria delle cellule e dei tessuti, i sistemi di supporto alla decisione, la telemedicina e il telemonitoraggio, la strumentazione biomedica, l’ingegneria clinica. Il Dipartimento è inoltre membro del CHT (Center for Health Technology), all’interno del quale vengono promosse iniziative scientifiche in collaborazione con tutti gli altri dipartimenti che si occupano di scienze della vita. La vicinanza del Dipartimento a tre IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) e al centro adroterapico CNAO consentono ai ricercatori di sviluppare sistemi in stretto contatto con coloro che rappresentano gli utenti finali dei sistemi stessi, con evidente guadagno in temini di efficienza e di qualità della ricerca.

Laboratori di riferimento

Clicca sul link per scoprire il contributo e le ricerche in corso nello specifico laboratorio su questo argomento di ricerca: